Ultimi libri inseriti

Gargano mio

Gargano mio

by Joseph Tusiani

La famiglia, l'infanzia in via Palude, la scuola, gli anni di formazione durante il fascismo, il seminario, la cotta per d'Annunzio, le prime poesie.

Sciusce de vente

Sciusce de vente

by Joseph Tusiani

Tusiani gioca con se stesso, con i dolci suoni dell'infanzia, mescolando voci e rumori, soffi e vento e lampeggiamento improvviso della memoria.

Donne contro la guerra

Donne contro la guerra

by Vito Antonio Leuzzi

Questa nuova edizione si caratterizza per nuovi e significativi dati e documenti scaturiti dalla completa disponibilità delle fonti giudiziarie relative ai fatti di Monteleone del 23 agosto 1942

La generazione del deserto

La generazione del deserto

by Lia Tagliacozzo

La storia di due famiglie ebraiche, una salvata dai "giusti" e l'altra condannata dagli "infami", un racconto sull'ebraismo, sull'identità, sulla memoria


Categoria: Libri rari
Editore: Cassell
Pagine: 282
Anno: 1971

Visite: 4668

Stato prestito: Disponibile

Disponibilità: 1/1

Modulo richiesta prestito

Recensione

Una volta l'isola offshore di Motutangi era stata una località alla moda e prospera. Ora era una piccola, triste, sbiadita colonia di disadattati e fallimenti, in cui non veniva nessuno a parte scappare da qualche altra parte o troppo spesso per morire. L'isola e la maggior parte delle persone che vivevano su di essa, avevano un bisogno disperato di un miracolo. E quell'estate arrivò un miracolo: Motutangi per anni, saltando e tuffandosi in una pioggia di spruzzi esuberanti dietro il peschereccio di Frank Yakich. Con tutto il Pacifico tra cui scegliere, il delfino aveva deciso di venire in Nuova Zelanda: a Motutangi. Inoltre, divenne presto chiaro, era venuto per restare, per rinnovare quella strana e antica amicizia tra uomini e delfini che aveva deliziato entrambi fin dai tempi dei greci. Il popolo di otutangi lo ha adottato per conto proprio: prima come un nuovo e meraviglioso giocattolo; più tardi, con crescente fervore, come qualcosa di più. Nessuno sull'isola era rimasto intoccato dall'incantesimo del delfino. Ben Blackwood, scrittore professionista e cinico che aveva perso l'arte di essere uno dei due; David Garland, che aveva ucciso sua sorella gemella un anno prima e si chiedeva ancora perché; Il professore Thompson, che era diventato incredibilmente pazzo nel bel mezzo di una lezione: Zoe, che lo seguiva come una seconda ombra, in attesa di rivelazioni: loro e molti altri erano venuti a Motutangi per scappare via le loro vite per un po ', e ora quelli le vite sarebbero state tutte ricominciate, cambiate o finite nell'estate del delfino. "Maurice Shadbolt scrive molto bene, in una prosa forte e flessibile senza decorazioni inutili, e ha sempre il pieno controllo del suo materiale decisamente scivoloso.Questa isola ei suoi abitanti misti sono ritratti abilmente: le persone sono tutti più che semplici tipi romanzati, e i cambiamenti nelle loro circostanze e personalità hanno una inevitabile convincenza.

Data inserimento: